BRUNO CIAPPONI LANDI
Ricerca nel sito:
 
BLOG

I 50 ANNI DEL GIORNO, Il mitico Ulisse.... domenica, 3 settembre 2006
IL GIORNO/SONDRIO domenica 3 settembre 2006 p. 5

IN PIAZZA Il mitico Ulisse era l'unico strillone in città.

SONDRIO - A Sondrio lo strillone era uno solo, l’Ulisse. Ce n’era un altro, il Pasina, ma non strillava: era così ordinato, quasi distinto nel suo andare qua e là per le vie a consegnare i giornali a clienti abituali, più che a promuoverne la vendita, che a strillare con quella sua tipica voce da sordo-parlante recuperata in qualche modo dalle maestre della Pro Mutis, era solo lui, l’Ulisse.
Era nato a Teglio, ma dopo la rieducazione alla parola era rimasto a Sondrio con quel suo lavoro che faceva con consapevolezza e dignità Lo scultore Corrado ne aveva plasmato le sembianze in una statuetta in plastliina che era stata anche pubblicata su un giornale locale. L’anno scorso l’Ulisse era ancora vivo, degente alla casa di riposo di Sondrio.
Un mattino di primavera inoltrata però, un’orda di strilloni – o almeno tale apparve ai miei occhi di scolaro - invase il raccolto centro cittadino di Sondrio; erano dislocati, abbastanza vicini fra loro, per meglio sferrare l’attacco ai passanti, in piazza Campello, fra chiesa, municipio e banca. Avevano un cappellino con la scritta “Il giorno” ed erano muniti di megafoni con cui reclamizzavano il quotidiano annunciando i titoli di un servizio pubblicato sulla città.
Non ricordo l’argomento, forse una specie di scaldaletto urbanistico presto dimenticato. Ricordo bene gli strilloni, i grandi manifesti di cartone con i titoli a caratteri cubitali e ai piedi il pacco dei giornali in attesa di essere distribuiti. Ricordo l’eco degli strilloni attivi nella vicina piazza Garibaldi e in via Piazzi. Mi parve la vigilia di qualcosa di molto importante di cui mi sfuggiva la portata. Era la prima volta che vedevamo all’opera autentici strilloni come quelli delle metropoli americane che avevamo visto al cinema. Non fu, nemmeno quella, l’occasione di un grande cambiamento. Fu solo il segno di un mutamento intervenuto nell’informazione, l’annuncio che un nuovo giornale intendeva occuparsi anche di noi.

Bruno Ciapponi Landi

29/09/2006 - 22:08
  Biografia | Attività | Pubblicazioni e presentazioni | Blog | Associazioni ed enti | Persone e cose | Link | Contatti
Privacy policy | Cookies policy
 
  BRUNO CIAPPONI LANDI  
Smartware